SarÓ restaurata a Reggio la Macchina processionale di Camerino
Date: Domenica 03 giugno 2018 @ 12:14:57 CEST
Argomento: Cronaca


“Arte salvata dopo il terremoto: un restauro per Camerino” è un progetto promosso dal Museo diocesano  “Monsignor Aurelio Sorrentino” di Reggio Calabria per il recupero del patrimonio storico-artistico delle regioni dell’Italia centrale danneggiato in occasione del sisma del 2016. Il progetto nasce per iniziativa di due restauratori calabresi Sante Guido e Giuseppe Mantella, che offrono a titolo gratuito il restauro de la Macchina processionale (detta Nuvola) della Madonna del Santuario di Santa Maria in Via a Camerino (Macerata).



Reggio Calabria - Il Museo diocesano “Monsignor Aurelio Sorrentino” di Reggio Calabria promuove il progetto “Arte salvata dopo il terremoto: un restauro per Camerino”, un’azione concreta per il recupero del patrimonio storico-artistico delle regioni dell’Italia centrale danneggiato in occasione del sisma del 2016. Il progetto nasce per iniziativa di due restauratori calabresi di acclarata competenza e fama, Sante Guido e Giuseppe Mantella, che offrono a titolo gratuito la propria professionalità per il restauro di un prezioso e pressoché inedito manufatto di oreficeria sacra sei-settecentesco danneggiato dal sisma: la Macchina processionale (detta Nuvola) della Madonna del Santuario di Santa Maria in Via a Camerino (Macerata), chiesa attualmente inagibile.

La disponibilità di Guido e Mantella è stata accolta e fatta propria dal Museo diocesano che ha messo a disposizione i propri spazi per l’allestimento di un cantiere di restauro aperto alle visite e nei prossimi mesi curerà, ad affiancare il restauro, un articolato programma di eventi, con il coinvolgimento di enti e associazioni che vorranno sostenere il Progetto. L’evento ha il patrocinio dell’arcidiocesi di Camerino-San Severino Marche, del Ministero dei Beni culturali e delle Attività Culturali e del Turismo, della Regione Calabria, della Città Metropolitana di Reggio Calabria, dei Comuni di Reggio Calabria e Camerino, dell’Ufficio nazionale beni culturali CEI e dell’Associazione Musei Ecclesiastici Italiani (AMEI). Al progetto “Arte salvata”, il MiBACT ha assegnato il marchio Anno europeo del Patrimonio culturale 2018: il restauro della Nuvola di Camerino e gli eventi correlati, in programma da giugno a ottobre 2018, “nascono dalla consapevolezza che il patrimonio culturale è risorsa condivisa – spiega Lucia Lojacono, direttrice del Museo diocesano di Reggio Calabria – e il suo recupero, specie in seguito a calamità, è occasione per sensibilizzare le collettività alla cura della storia e dei valori comuni”.

Sponsor del Progetto sono l’Associazione nazionale comuni italiani (ANCI) Marche, la Fondazione Nazionale delle Comunicazioni e il Rotary Club Reggio Calabria Distretto 2100. La presentazione dell’evento Arte salvata dopo il terremoto: un restauro per Camerino, con l’apertura del cantiere di restauro, che avverrà nella ricorrenza della XXI Giornata nazionale dei beni culturali ecclesiastici, è fissata per martedì 5 giugno 2018 dalle 10.30 in Arcivescovado alla presenza delle istituzioni coinvolte.

PROGRAMMA

Arte salvata dopo il terremoto: un restauro per Camerino
5 giugno – 31 ottobre 2018
 
Inaugurazione del Cantiere di restauro - Macchina processionale in argento (secc. XVII-XVIII) per l’icona medievale della Madonna con Bambino, nel Santuario di Santa Maria in Via a Camerino (MC).

Presentazione

Reggio Calabria, Arcivescovado - Via Tommaso Campanella, 63, martedì 5 giugno 2018 h 10.30
 
Interverranno

mons. Giuseppe Fiorini Morosini
Arcivescovo di Reggio Calabria-Bova
mons. Giovanni Brugnaro
Arcivescovo di Camerino-San Severino Marche
Giuseppe Falcomatà
Sindaco Città Metropolitana di Reggio Calabria
Salvatore Patamia
Direttore Segretariato Regionale Beni culturali e paesaggistici della Calabria
Daniela Vinci
Soprintendenza ABAP di Reggio Calabria e Vibo Valentia
Irene Calabrò
Assessore Valorizzazione del Patrimonio culturale, Comune di Reggio Calabria
Filippo Quartuccio
Delegato alla Cultura, Città metropolitana di Reggio Calabria
mons. Demetrio Sarica
Direttore Ufficio beni culturali, Arcidiocesi di Reggio Calabria-Bova
Lucia Lojacono
Direttrice Museo diocesano di Reggio Calabria
Sante Guido e Giuseppe Mantella
Restauratori
Seguirà la visita al cantiere di restauro allestito nell’adiacente Museo diocesano
 







Questo articolo viene da Nuovo Giangurgolo News
http://www.nuovogiangurgolo.it

L'URL per questa storia è:
http://www.nuovogiangurgolo.it/modules.php?name=News&file=article&sid=3677