Civica popolare: Lorenzin, il simbolo e' una peonia gialla
Date: Marted́ 09 gennaio 2018 @ 19:24:09 CET
Argomento: Cronaca


Nasce la Peonia Gialla, in nuovo schieramento di Centro imparentato con la sinistra PD. La lista si chiama “Civica Polare –Lorenzin” su un fondo rosso sotto i simboli di Idv, Centristi per l'Europa, Democrazia solidale, Ip e Ap.



A sx del simbolo Ignazio Messina, a dx il sen. Francesco Molinari

ROMA, 9 GEN - Un fiore "petaloso, una peonia disegnato da un bimbo che me lo ha regalato, che non e' una margherita, giallo come il sole per dare il senso della rinascita che si basa su crescita, speranza e futuro" e la scritta "Civica popolare-Lorenzin" su un fondo rosso sotto i simboli di Idv, Centristi per l'Europa, Democrazia solidale, Ip e Ap. E' il simbolo "di un partito che nasce e vuol crescere per risolvere i problemi del Paese" presentato da Beatrice Lorenzin che aspira ad esser "il vaccino per il Paese contro incapacita' e populismo" e dice "no alla campagna alla Cetto Laqualunque". Alla presentazione erano presenti i 'soci fondatori' della formazione centrista di centrosinistra: da Pier Ferdinando Casini a Gianluca Galletti, da Gianpiero D'Alia a Fabrizio Cicchitto e Sergio Pizzolante fino ad Andrea Olivero ed Ignazio Messina. Scoprendo il nuovo simbolo che, puntualizza più volte, "non è una margherita ma un fiore che ha disegnato per me un bambino" per fugare le polemiche con Francesco Rutelli, Lorenzin dice "no alla campagna elettorale di Cetto Laqualunque dove ognuno la spara piu' grossa: chi fa così non ha capito che gli italiani sono veramente stanchi". E allora, una peonia rappresenterà "persone responsabili che vogliono dare risposte vere senza che si sprechino i sacrifici fatti dagli italiani nei lunghi e difficili anni della crisi. Ci mettiamo in gioco e vogliamo crescere per risolvere i problemi della gente. Vogliamo essere persone determinate ma educate, gentili ma forti, e portare avanti una esperienza di continuità nella diversità forti della nostra identita'". Il programma "verrà presentato in più tappe", ma Lorenzin indica i primi punti cardine: un'Europa "vera e non burocratica", una collocazione nel Mediterraneo che guardi "non solo all'integrazione ma anche alla sicurezza ed allo sviluppo", un impegno "per il lavoro soprattutto al sud" ed il potere di acquisto delle famiglie ed una attenzione particolare "alla demografia ed alla natalità". A partire dall'attenzione agli anziani e "dalla sfida dell'assistenza domiciliare che oggi e' solo una parola e non un fatto". E Civica popolare punta alle liste per gli all'estero. "Speriamo di coinvolgere i nostri ricercatori e i cervelli italiani che lavorano fuori dal Paese".(ANSA). FLB 09-GEN-18 13:07
 







Questo articolo viene da Nuovo Giangurgolo News
http://www.nuovogiangurgolo.it

L'URL per questa storia è:
http://www.nuovogiangurgolo.it/modules.php?name=News&file=article&sid=3572