Reggio, città metropolitana, distrutta dalla cattiva amministrazione
Date: Mercoledì 29 novembre 2017 @ 15:44:24 CET
Argomento: Cronaca


Riceviamo e pubblichiamo integralmente un comunicato stampa dell’ Associazione culturale, sociale e sportiva
“Barre per sempre”, presidente, Antonino Bonforte, con il quale si lamenta l’abbandono totale della città da parte dell’attuale amministrazione a guida del sindaco Giuseppe Falcomatà.



Reggio Calabria, in passato tra le città più belle d’Italia, oggi distrutta dall’incuria e dalla cattiva amministrazione. L’unica Città Metropolitana turistica che non sa più accogliere ed ospitare il turista, al quale si offrono solo strade piene di buche, alberi che cadono, attività commerciali chiuse per interdittive varie,  assenza totale di servizi informativi (info point). La Città Metropolitana (una grandissima conquista) diventata un contenitore vuoto, assenza totale di promozione del territorio, anche attraverso convenzioni con operatori
turistici per creare pacchetti turistici che diano la possibilità ai turisti di visitare il museo, il castello aragonese, la pinacoteca, il palazzo della cultura ma anche di ammirare lo  splendore della Costa Viola, di Scilla e del suo castello, di Bagnara, di Pentedattilo, di Stilo e di Gerace. Invece si arriva sul più bel km d’Italia e non si trova alcun servizio, nessun bagno pubblico  (l’unico dove lavoravano due  persone è chiuso da due anni).

VERGOGNA
Una città turistica con spiagge abbandonate e depuratori non funzionanti, dove solo sul lungomare  sarebbe possibile collaborare con  l’imprenditoria privata creando almeno 400 posti di lavoro, investendo sul turismo per tutto l’anno grazie alle nostre  condizioni climatico ambientali, investendo sul turismo congressuale con dei pacchetti turistici riservati e a condizioni vantaggiose che ci  consentano di diventare attrattori di congressi aziendali, sindacali, politici ed altro.

VERGOGNA
Reggio Calabria, Città Metropolitana, l’unica città che non ha più un mattatoio (in passato la carne veniva macellata in città occupando una cinquantina di lavoratori, oggi dobbiamo importarla lavorata in  altri comuni  con quali qualità e quali controlli?). Dopo anni di storia è stato demolito il mercato ortofrutticolo di via Aspromonte  creando un bellissimo nuovo distributore ortofrutticolo, e adesso si tenta di chiudere anche il
mercato di Mortara dove lavorano circa duecento persone.

VERGOGNA
Sempre a Mortara è posizionata un’altra struttura nuova, il canile pubblico (dove potrebbero lavorare una trentina di persone) anch’esso prossimo alla chiusura  per problemi tecnici e di collaudo.

VERGOGNA
Il sindaco, gli assessori, tutto il consiglio comunale continuano ancora a remare contro questa città senza nessun contegno, nessuna vergogna né personale né politica  (se ancora in questa città esiste la politica). Reggio Città Metropolitana, dove la disoccupazione giovanile aumenta esponenzialmente e, nell’indifferenza generale, si tenta di far chiudere le poche attività ancora presenti sul territorio creando ulteriore disoccupazione.

L'associazione Sbarre per Sempre, inoltre, intende esprimere il proprio rammarico per l’ennesimo atto vandalico che ha colpito il Parco Botteghelle “Federica Cacozza” e per il furto subito da don Demetrio Sarica, parroco della Chiesa di Santa Maria di Loreto, all’interno dei locali della parrocchia. Al di là dei proclami dell’Amministrazione, preoccupano, infatti, i continui atti delittuosi che, a più riprese, stanno colpendo la nostra comunità e la Chiesa reggina, contrastati soltanto dall’azione responsabile delle Forze dell’Ordine, spesso chiamate a operare con mezzi inadeguati e scarsità di risorse.

Reggio Calabria, 28.11.2017

Il presidente
Antonino Bonforte







Questo articolo viene da Nuovo Giangurgolo News
http://www.nuovogiangurgolo.it

L'URL per questa storia è:
http://www.nuovogiangurgolo.it/modules.php?name=News&file=article&sid=3555